ECONOMIA  
    di Ugo Busatti    
       
    ANCORA FAVORI ALLE BANCHE    
   
Pensavo di averle viste tutte. Ma, spulciando i dati del documento programmatico del 2017 mi sono imbattuto in questa situazione: Concambio. Sapete cosa è una operazione di concambio?
Per concambio si intende lo scambio, da parte del Tesoro, di titoli già in circolazione con titoli di nuova emissione. Le operazioni di concambio costituiscono per l'emittente un altro strumento per la gestione del debito. Esse sono riservate ai soli Specialisti in titoli di Stato.
Allora uno si immagina che il Tesoro vada alla ricerca di un modo per risparmiare, richiamando titoli che offrono cedole ( interessi) più onerose, per darne altri che offrono cedole meno onerose e realizzare una stabilizzazione degli interessi al ribasso. E invece è esattamente il contrario. Gli "specialisti in titoli di Stato" sono prevalentemente le banche. Sono allora andato a vedere cosa si "offre" alle banche a spese dei contribuenti. Ed ecco il risultato, preso dal sito del Ministero del Tesoro: "Il MEF comunica che il 4 novembre 2016 effettuerà un'operazione di concambio attraverso il sistema telematico di negoziazione. Sarà offerto un titolo in emissione a fronte di un massimo di cinque titoli in riacquisto. Il titolo in emissione sarà il BTP 01/02/2033, cedola 5,75% (IT0003256820). Ai fini di un efficiente funzionamento del mercato secondario e di una prudente gestione del profilo delle scadenze, l'importo nominale emesso del suddetto titolo non potrà eccedere i 1.500 milioni di euro.
I titoli ammissibili al concambio (oggetto del riacquisto) saranno: - IT0005089955 CTZ 27/02/2017 - IT0004652175 CCTeu 15/10/2017 - IT0004867070 BTP 01/11/2017, cedola 3,50% - IT0004273493 BTP 01/02/2018, cedola 4,50% - IT0004361041 BTP 01/08/2018, cedola 4,50%
Il 4 novembre 2016, alle ore 10, i prezzi di riacquisto dei titoli ammessi al concambio, scelti tra quelli sopra elencati, saranno visibili direttamente ed esclusivamente sulla piattaforma elettronica. L'operazione si svolgerà dalle ore 10 e terminerà entro le ore 11 del suddetto giorno. L'assegnazione dei titoli emessi è effettuata al prezzo rispettivamente indicato da ciascun operatore e accettato dal MEF. Sono ammessi a partecipare al concambio esclusivamente gli "Specialisti in titoli di Stato". Non è prevista la corresponsione della commissione di collocamento. Il regolamento dell'operazione è fissato per il giorno 8 novembre 2016."
Avete capito bene? Alle banche e solo a loro, si offrono titoli con scadenza 2033 con interessi al 5,75% a fronte del ritiro di Titoli con scadenze entro il 2018 e con rendimenti tra il 3,5 ed il 4%.
So lo volete voi, oggi un titolo pubblico difficilmente vi darà un rendimento superiore all'1,5% ed il denaro, oggi, costa quasi zero.
   
     
  Home Archivio Economia Avanti